Cassazione sul tema della legittimazione ad agire del socio di una società di capitali per far valere la nullità di un contratto sottoscritto dalla società

14 dicembre 2021

Con ordinanza n.  29325 del 21 ottobre 2021 la Corte di Cassazione ha confermato, tra l’altro, il principio per cui “l'interesse del socio al potenziamento ed alla conservazione della consistenza economica dell'ente è tutelabile esclusivamente con strumenti interni, tra cui la possibilità di insorgere contro le deliberazioni invalide, ma non implica la legittimazione ad agire, nei confronti dei terzi, per far annullare o dichiarare nulli anche i negozi intercorsi fra questi ultimi e la società, potendo tale validità essere contestata solo dalla società, come si evince dall'obbligo, facente capo all'amministratore, di attivarsi nelle dovute forme per l'eliminazione degli effetti conseguenti all'accertato vizio (cfr. Cass. 25.2.2009, n. 4579)”.

Il socio, in effetti, vanta un interesse solo riflesso, ed allora di mero fatto, nelle azioni destinate a ripristinare o conservare il patrimonio sociale, come anche nelle azioni volte a far venir meno, sebbene per nullità, contratti stipulati dalla società medesima.

La controricorrente è stata assistita da Bussoletti Nuzzo & Associati con il Prof. Antonio Nuzzo e Vincenzo Rizza, nonché dall’Avv. Federico Vecchio.

Clicca qui per leggere la sentenza.

 

Archivio news

 

Categorie

News dallo studio

apr1

01/04/2022

Ristrutturazione debiti ex l. n. 3/2012. Proposta di datio in solutum omologata e cessazione della materia del contendere nella revocatoria ordinaria.

in News dallo studio

Accordo di ristrutturazione dei debiti ex artt. 6 e ss. L. 27 gennaio 2012 n. 3. La proposta di datio in solutum omologata equivale ad adempimento dei debiti anteriori, ciò che determina nell’azione

dic14

14/12/2021

Cassazione sul tema della legittimazione ad agire del socio di una società di capitali per far valere la nullità di un contratto sottoscritto dalla società

in News dallo studio

Con ordinanza n.  29325 del 21 ottobre 2021 la Corte di Cassazione ha confermato, tra l’altro, il principio per cui “l'interesse del socio al potenziamento ed alla conservazione della

set8

08/09/2021

Pegno mobiliare non possessorio: ora lo strumento è nella effettiva e generale disponibilità delle imprese

in News dallo studio

Tommaso Nuzzo commenta il D.M. n. 114/2021 - pubblicato in g.u. il 10 agosto scorso – istitutivo del nuovo ‘Registro pegni mobiliari non possessori’ presso l’Agenzia delle Entrate

News Giuridiche